“Il mio squat fa schifo! Non riesco ad andare in profondità come vorrei perchè mi fanno male le anche e le mie caviglie sono bloccate”;

“Non posso fare uno squat profondo perchè perdo la zona lombare”;

“Io non faccio lo Squat Over Head perchè non riesco ad incastrare le spalle”.

Quanti di voi si sono riconosciuti in una di queste affermazioni o le hanno sentire pronunciare all’interno di una palestra?

Il problema, con tutte queste persone, è che nessuno di loro riesce a fare uno squat in modo appropriato a causa di qualche tipo di limitazione fisica. La ragione molto probabilmente risiede nella mancanza di una o più di queste caratteriste: mobilità, flessibilità e stabilità. Spesso mobilità e flessibilità vengono confuse l’una con l’altra, ma hanno significati diversi. Facciamo un po’ di chiarezza: “a differenza di flessibilità, che è di natura passiva, la mobilità è per definizione controllo attivo durante un movimento. Questo significa che per migliorare la mobilità è necessario migliorare il controllo neurologico attivo, che è il principale responsabile della stabilità”. 1)

La mobilità contribuisce alla qualità dei nostri movimenti e al benessere generale insieme alla stabilità, la quale è invece la capacità di resistere ai movimenti. Un certo grado di stabilità è necessario per proteggerci da movimenti incontrollati o compensatori e per mantenere un appropriato schema di movimento. Questo significa che un movimento eseguito in maniera ottimale è influenzato sia dalla mobilità che dalla stabilità. Entrambe, se carenti, possono influenzare negativamente la qualità dei nostri movimenti e portare alla comparsa di dolore nella vita di tutti i giorni, oltre che durante l’attività fisica.

Evitare di lavorare sulla mobilità, come per esempio attraverso lo stretching o l’uso del foam roller, o saltare la routine di rinforzo del core, può progressivamente portare a rigidità muscolare, rallentamento dei tempi di recupero, aumento delle possibilità di infortunio. In altre parole, raggiungere e preservare una buona mobilità articolare vi consentirà di eseguire movimenti qualitativamente superiori, riducendo il rischio di infortunio e vi permetterà di trarre il massimo risultato dal vostro allenamento. Riuscire ad eseguire uno squat completo, infatti, richiede un maggior impiego di forze per riuscire ad “uscire dalla buca”, il che implica l’impiego di più muscoli rispetto ad un mezzo squat. Se l’esecuzione del vostro squat è impedita da un problema articolare (mobilità carente o rigidità muscolare), i vostri miglioramenti risulteranno limitati ed inferiori.

Quindi, se vi state chiedendo se la forza o una performance sportiva può essere influenzata dal vostro livello di mobilità, la risposta è: SI, possono!

Spero di avervi convinto riguardo l’importanza del lavoro di mobilità e a questo punto vorrei darvi dei suggerimenti pratici che potete introdurre nella vostra routine quotidiana.

Tra tutte ho scelto una delle articolazioni più soggette ad infortunio e che comunemente è affetta da scarsa mobilità o mancanza di stabilità, ovvero l’articolazione della spalla.

Ricordate sempre che a seconda della capacità sulla quale volete lavorare (mobilità, forza assoluta, potenza), avete bisogno di misurare i cambiamenti che avvengono nel corso del tempo alle vostre perfomance e che la velocità è uno strumento molto utile in questo senso. Migliorare la qualità del vostro movimento, con una mobilità migliore, vi darà più fluidità e probabilmente esecuzioni più veloci. Ed è proprio questa la forza della mobilità!

UPPER BODY EXERCISES FOR A BETTER GLENOHUMERAL MOBILITY AND FUNCTIONALITY2)

Riferimenti   [ + ]

1.Dr. Andrea Spina
2.Joe DeFranco YouTube channel
CONDIVIDI
Martina Marson
Da sempre appassionata di sport, sono cresciuta con la kick boxing, per poi scoprire la lotta libera e l'allenamento funzionale. Così appassionata da decidere di cambiare vita e far diventare lo sport la mia professione. Laureata in scienze motorie, NSCA-CSCS, oggi lavoro come personal trainer a Milano. Il mio motto è "Lead by example".COME CONTATTARMI: PLUS ONE GYM CONCEPT Via Friuli 8/a Milano email: bilancierefondente@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here